Ieri sera sul palco dell’Ariston è salita anche Maria Pollacci, l’ostetrica modenese che dal 1964 risiede a Pedavena nel 1964 dove tuttora vive ed esercita come libera professionista.

Nei suoi oltre settant’anni di attività, ha aiutato a nascere più di 7600 bambini; una vita dedicata alle mamme e ai loro piccoli, dei quali conserva interi album di fotografie su ognuna delle quali sono annotati nomi e date. L’impegno e la dedizione verso i bambini di Maria Pollacci è davvero totale; da tantissimi anni ella infatti presta volontariamente la sua opera presso la la comunità di villa San Francesco assistendo i ragazzi meno fortunati, che una mamma non l’hanno vista mai o l’hanno persa per strada e che lei, come ha potuto, ha cercato di sostituire, confortandoli nei piccoli e nei grandi affanni.

Per festeggiare il suo ottantesimo compleanno, nel 2004 ha pubblicato un libro autobiografico dal titolo “Mamma 7400 volte. Un’ostetrica di montagna tra Appennino e Dolomiti” curato dal giornalista Sergio Sommacal, che è giunto ormai alla sua quarta edizione. I proventi del libro sono devoluti a sostegno delle attività educative della Comunità Villa San Francesco di Facen di Pedavena.Leggerete di una vita vera, che vi sorprenderà per la sua freschezza. L’autore, già affermato giornalista, ha la mano e lo stile del grande scrittore. Ci propone un affresco di vita con linguaggio semplice ed essenziale, senza mitizzare niente, soprattutto senza sovrapporsi mai al personaggio, seguendo con pazienza il filo della cronaca.

La vicenda di Maria, ostetrica per professione e mamma per vocazione, è fatta apposta per dimostrare il contrario. Per chiunque fosse interessato, vi ricordiamo che in libreria, oltre al libro di Sommacal, troverete anche il dvd “Maria Pollacci. Una vita per la vita”, girato da Pai Dusi e Annalisa Salomon e prodotto da Chiara Pozzi Perteghella. Il docufilm è la ricostruzione della sua pluridecennale attività, e al contempo un’occasione per riflettere su tematiche legate alla maternità e al parto e al loro significato nel mondo odierno. Il progetto del docufilm nasce proprio dall’incontro dell’ostetrica con Annalisa Salomon, autrice e regista bassanese, avvenuto durante un percorso formativo organizzato dall’Associazione 13 Doule. Le riprese, durate all’incirca un anno, si sono svolte a Pedavena e si sono concluse nel settembre 2014, in occasione del novantesimo compleanno di Maria. Nota curiosa: nel filmato compare anche Cristina, insieme al piccolo Alberto che, come Maria Pollaci ricorda orgogliosa, è stato “il mio bambino 7601″.

Per chiunque fosse interessato, vi ricordiamo che è possibile ordinare il libro e/o il dvd, inviando una mail al nostro indirizzo: info@libreriaquattrosass.it.

20170210_105101

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>